Folco Terzani incontra gli studenti di Firenze

 |  | No Comments

“L’essere umano deve ritrovare un ideale in cui credere”, queste le parole di Folco Terzani ospite alla Scuola di Psicologia di Firenze.

Folco Terzani e Noemi Neri

Dopo una breve introduzione sul suo ultimo lavoro, “Il Cane, il Lupo e Dio”, metafora di risveglio e di incontro con se stessi, Terzani racconta la propria esperienza di studente a Cambridge: “Se Dio è onnipontente, deve fare un panino così grande da non riuscire a mangiarlo. Discutere.” Questo uno dei temi proposti, uno degli episodi che lo hanno spinto fuori, a osservare come la luce risveglia l’erba, come emerge la consapevolezza di ogni cosa, di un meccanismo più grande di noi che esiste e accade.

Folco Terzani

“Fin da piccolo alzi gli occhi al cielo osservando quei puntini lontani e ti chiedi: Cosa c’è oltre? E oltre? E oltre?” E caschi nell’infinito, proprio come il Cane del suo romanzo, che si abbandona alla contemplazione delle stelle e in quell’oltre, cambia.

Ed è cambiata tanto anche l’India dai suoi racconti, la spiritualità sta andando perdendosi per lasciare il posto al consumismo sempre più dilagante.

Folco Terzani

Non è più quella terra in cui ha fatto l’esperienza intensa alla casa dei morenti di Madre Teresa di Calcutta, dove le vite le senti spengersi nelle mani.

Gli studenti lo ascoltano attenti, superata la timidezza lo circondano per restare ancora un po’ a parlare insieme a lui. È una persona semplice e umile, che dopo aver girato il mondo, adesso ha voglia di rifugiarsi nella sua montagna toscana. “Per te mi sono cambiato la maglietta e messo le scarpe” ha detto scherzando, ma non troppo, quando ci siamo incontrati, perché la terra non ci è nemica ed è bello sentirla sotto i piedi. Folco non ha un cellulare, mentre mi seguiva con la macchina nel traffico fiorentino, dovevo stare bene attenta a non perderlo. Appena è finito l’incontro è ripartito verso la sua oasi di pace, in mezzo al verde, dove può mettere il fuoco al centro della stanza, come ha visto sull’Himalaya, e impastare lo sterco di mucca con l’argilla.

Folco Terzani insieme agli studenti

L’incontro rientra nell’ambito delle iniziative organizzate dalla Scuola di Psicologia di Firenze e l’Associazione Culturale Pasolini. Qui il programma.

Il Professore e Psicologo Claudio Sica, Noemi Neri, Folco Terzani

Categories: Articoli, Eventi
Tags: , , ,
  • Archivi