Morire per le idee

 |  | No Comments

Ancora un omaggio a Pier Paolo Pasolini. Il Professor Roberto Carnero ha scritto il saggio Morire per le idee, un vero e proprio vademecum sulle opere pasoliniane, un’antologia ragionata che vuole incuriosire e appassionare i lettori a questo grande autore.

morire per le idee

La serata, svoltasi al Circolo Matteotti di Prato, è stata molto variegata: letture, musica e riflessioni, hanno dato vita a una presentazione non convenzionale.

Abbiamo iniziato con le parole che Oriana Fallaci scrisse nella lettera a Pasolini pochi giorni dopo la scomparsa dell’autore:

[] E ti odiavo quando ti allontanavi su quella automobile con cui i tre teppisti t’avrebbero schiacciato il cuore. Ti maledicevo. Ma poi l’odio si spingeva in un’ammirazione pazza, ed esclamavo: «Che uomo coraggioso!» Non parlo del tuo coraggio morale, ora, cioè di quello che ti faceva scrivere in cambio di contumelie, incomprensioni, offese, vendette. Parlo del tuo coraggio fisico. Bisognava avere un gran fegato per frequentare la melma che frequentavi tu, di notte. Il fegato dei cristiani che insultati e sbeffeggiati entrano nel Colosseo per farsi sbranare dai leoni.”

A seguire, la bella interpretazione di Edoardo Michelozzi di Morire per le idee di Fabrizio De Andrè.

morire

Edoardo Michelozzi

Giuseppe Maddaluno e Noemi Neri si sono confrontati con il Professor Carnero in merito al suo lavoro di ricerca e stesura del saggio, soffermandosi su alcune opere di Pasolini, come Ragazzi di Vita, Scritti Corsari, ma anche film come Teorema e Salò o le 120 giornate di Sodoma.

morire

Noemi Neri, Roberto Carnero, Giuseppe Maddaluno

morire

Roberto Carnero

morire

Ci siamo poi soffermati sul rapporto tra Pier Paolo Pasolini e J.S.Bach.

Matilde Michelozzi ha eseguito due brani del compositore tedesco.

morire

Matilde Michelozzi

Noemi Neri e Giancarlo Picardi, dell’Associazione culturale Pasolini, hanno letto un estratto dell’intervista che Gideon Bachmann fece a Pasolini nel 1974 in merito ai giovani e alla crescente omologazione.

Giancarlo Rossi e Antonio Lombardi dell’Associazione Altroteatro, hanno cantato Che cosa sono le nuvole di Domenico Modugno.

Francesca Vannucci dell’Associazione Altroteatro, ha cantato La recessione.

Infine, abbiamo concluso con un video omaggio a Pier Paolo Pasolini a cura dell’Associazione culturale Pasolini.

Categories: Articoli, Eventi
Tags: , , , , , , , , , ,
  • Archivi